Viva la Birra... inviami una mail

Notizia

freccia.gif (89 byte) Iscriviti alla newsletter

freccia.gif (89 byte) Pagine Gialle della Birra

freccia.gif (89 byte) L'indice degli argomenti

Come si spilla la birra?

Come si degusta una birra?

Dossier Birra e Salute

© 2002 - 2014 - Tutti i diritti sono riservati, è vietato copiare senza autorizzazione queste pagine.

info@mondobirra.org

L'indice delle notizie

 

Infobirra® Italia 2008/09: Tutto il mondo della birra a portata di mano

Giunto ormai alla XII edizione, il nuovo annuario 2008-09 sul settore birre della Beverfood (www.beverfood.com) si presenta ricco di dati, informazioni e immagini per fornire ai professionisti del beverage un panorama sempre più completo e puntuale su tutti gli aspetti e gli operatori del settore. In ben 504 pagine il nuovo annuario INFOBIRRA® ITALIA, mette a fuoco i mercati ed il quadro competitivo nazionale e internazionale, i prodotti e le marche, i produttori italiani e stranieri operanti in Italia, gli importatori, i micro birrai artigianali, i fornitori specializzati e i distributori di bevande in tutte le regioni d’Italia


L’Annuario apre, come al solito, con un’ampia Sezione Mercati curata da Pasquale Muraca per la parte internazionale e da Graziella Erba per la parte relativa al mercato nazionale. La panoramica internazionale mette a fuoco le tendenze fondamentali a livello mondiale e nei vari continenti, evidenziando una crescita generale dei consumi, grazie all’exploit dei mercati orientali asiatici (Cina in testa) ed europei, in contrapposizione ai mercati tradizionali dell’Europa Occidentale e del Nord America che si mostrano in fase stagnante o addirittura in diminuzione. La sezione presenta inoltre un’articolata analisi sul quadro competitivo mondiale, anche alla luce delle recenti operazioni di merger & acquisition, in primis la conquista di Anheuser Busch da parte di Inbev e la cessione di Scottish & Newcastle ai gruppi Heineken e Carlsberg, che hanno stravolto lo scenario internazionale. Per l’Italia viene riportato un profilo essenziale ma completo di tutte gli aspetti fondamentali del mercato che per il 2007 ha registrato un positivo andamento di tutte le variabili fondamentali: produzione, import, export, consumi.


Segue il consueto Repertorio delle Marche che, dopo un essenziale glossario tipologico, riporta la schedatura aggiornata delle oltre 1.500 marche di birra commercializzate in Italia con l’indicazione per ciascuna delle caratteristiche fondamentali (denominazione, tipologia, gradazione, colore, confezioni, origine, produttore). La parte più ampia dell’annuario è però dedicata alla Sezione Produttori con le schede informative complete e aggiornate degli oltre 250 produttori (nazionali ed esteri) che operano sul mercato italiano. Ciascuna scheda riporta i dati fondamentali del produttore, i prodotti commercializzati sul nostro mercato ed i partner distributivi. Speciali schede sono state approntate per i grandi gruppi con la mappa essenziale delle loro partecipazioni birrarie sullo scacchiere europeo. Questa parte si completa con la sub-sezione degli Importatori e Agenzie Nazionali per i quali vengono forniti dati anagrafici, management, marche rappresentate, ecc.


Una speciale sezione di oltre 100 pagine viene dedicata al mondo effervescente della “Birra Artigianale”, che si apre con un servizio divulgativo di Lorenzo Dabove (Kuaska) con un’ampia panoramica sulle birre artigianali italiane più creative che fuoriescono dai parametri classici delle birre industriali, per regalare nuove emozioni ai consumatori in un contesto di sperimentazione produttiva che va certamente incoraggiata. Marco Tripisciano, con la collaborazione di Alfio Ferlito ed Eraldo Corti, dedica il suo servizio alla presentazione delle microbirrerie e brew pub del sud, che hanno più bisogno di essere incoraggiati e sostenuti nel loro lodevole sforzo di sviluppare la cultura birraia in un’area storicamente dominata dalla tradizione enologica. Segue uno speciale dedicato alle birre premiate in occasione dell’ultimo ”premio birra dell’anno” 2007 a cura di Unionbirrai. Ma la parte più corposa di questa sezione è quella dedicata ai ca. 220 microbirrifici e brew pub nelle varie regioni italiane, con il complemento di oltre 60 unità tra associazioni e confraternite birrarie e beer shop che, proprio con riferimento alle birre artigianali, esplicano un ruolo fondamentale di sostegno e promozione. Per le varie unità sono riportate, regione per regione, le schede informative aggiornate.


Una speciale sezione è poi dedicata ai Fornitori di Prodotti e Servizi per i vari operatori del settore birrario (produttori industriali e artigianali, distributori di ogni livello, locali e punti di vendita e somministrazione), con un’ampia rubrica che segnala ca. 250 aziende specializzate nei vari segmenti di attività ed, inoltre, degli speciali focus su alcuni fornitori primari. La Sezione Distributori Regionali, infine, è stata ulteriormente ampliata con oltre 100 pagine di segnalazioni operatori (ca. 1.500 aziende di ingrosso), distinti per le varie regioni e province.

 
Per la ricchezza e completezza dei contenuti INFOBIRRA®ITALIA rappresenta una guida indispensabile per chiunque voglia operare professionalmente nel settore e comunque voglia avere una visione organica del mondo delle birre. L’annuario è disponibile per l’Italia sia in versione cartacea –volume- (prezzo 100 euro, spese di spedizione in Italia comprese nel prezzo) che in versione digitale- PDF- (al prezzo di 60 euro), mentre per l’estero è disponibile la versione digitale – PDF – (al prezzo di 60 euro). E’ possibile ordinare l’annuario su
www.beverfood.com o chiedendo il modulo d’ordine alla società al Tel. 02.283.717. E’ inoltre possibile consultare on line la presentazione e gli indici analitici completi del nuovo annuario su, con la possibilità di scaricare gratuitamente il relativo pdf:  

http://www.beverfood.com/v2/xt_conteudo+index.id+3+annuario+InfoBirra+Birre.htm

Fonte Comunicato Stampa

Settembre 2008

Ultimo Aggiornamento: 23/01/2014 12.58

 

© 2002 - 2014 Tutti i diritti sono riservati. I marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari